Cus cus e matalotta

Era ora che scrivessi di come può essere condito un piatto di cus cus “incocciato” a regola d’arte…lo so che il cus cus si presta a mille condimenti, a mille variazioni sul tema..ma per me è necessariamente associato al pesce..o per meglio dire il “must” è quello con il brodo di pesce o meglio conosciuto come matalotta. Si possono fare degli ottimi brodi di carne oppure di verdure, di legumi che amo moltissimo, a proposito ricordo di un brodetto libanese a base di ceci e carne d’agnello che mi preparò un carissimo amico, ormai scomparso nel periodo di permanenza a Malta…ricordo la tavola a fine lavoro e lui ormai troppo grande per lavorare veniva a trovare il figlio a cui era passata la gestione del locale e noi dipendenti, sempre con mille e una storia da raccontare: il suo periodo di permanenza in libano, il suo lavoro, la decisione di fare il cuoco e aprire un ristorante…così un giorno ci portò un fantastico e speziatissimo sugo di carne d’agnello e ceci..di cui, a dire il vero, ricordo perfettamente il sapore, l’odore e il colore, il pranzo..lui, Mark, Vince e me al tavolo…

Matalotta per 4:
4 filetti di gallinelle e le teste per il brodo
4 filetti di triglie
500 g cozze
2 calamari
16 gamberi rossi
4 pomodori
2 spicchi d’aglio
menta
limone
50 g mandolre non tostate e tritate
olio evo
sale & peperoncino (un pizzico)
brodo di verdure oppure acqua

Marinare i filetti di pesce in olio aglio sale e menta. Fare soffriggere dolcemente l’aglio in olio evo, aggiungere il pomodoro tagliato a cubettini e lasciare appassire, aggiungere il brodo e le teste delle gallinelle e far insaporire, quando il brodo comincerà a restringere aggiungere i calamari tagliati a rondelle, le cozze e i gamberi, far cucinare per circa 10 minuti, togliere le teste dei pesci aggiungere le mandole tritate, la scorza grattugiata di un limone e una manciata abbondante di menta tritata. Intanto in una padella ben calda scottare i filettini di pesce dal lato della pelle, quando saranno ben cotti, adagiarli sul cus cus e inondare di brodo..so che è un procedimento strano però scottare i filetti in padella eviterà di dover rincorrere pezzetti di pesce disfatto fluttuanti nel brodo

 

This Post Has 0 Comments

  1. Dani

    Proverò a farlo seguendo alla lettera la tua ricetta ^_^
    u abbraccio

  2. Paola

    Ciao carina l'idea della cottura separata dei filetti di pesce e l'aspetto è nvitante, complimenti

  3. merincucina

    Che bontà! Non sapevo si chiamasse così! Mi piacerebbe veramente rifarlo!!!

  4. Cuoca tra le Nuvole

    Profumo di spezie e profumo di menta abbinati al pesce… favoloso.

  5. Fico e Uva

    Scopro anche io il nome del cus cus con il pesce…che adoro per altro! Ottima ricetta
    ciao ficoeuva

  6. Maria Luisa

    Ottimo questo cous cous, anche io lo preferisco col pesce, ma non mi sono ancora specializzata. Il tuo è bellissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *